Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

AAA LETTORI DI STORIA CERCASI: IL "PREMIO FRIULI STORIA" CERCA VOI

 AAA LETTORI DI STORIA CERCASI: IL PREMIO FRIULI STORIA CERCA VOI

Può la saggistica parlare al grande pubblico con la stessa immediatezza della letteratura? La conoscenza storica ha qualcosa da dire oltre la cerchia degli addetti ai lavori? 

È questa la scommessa del Premio nazionale Friuli Storia, uno dei più importanti riconoscimenti italiani per la storia contemporanea, l'unico ad affidare interamente la scelta del vincitore a una giuria di lettori. E a partire dalla VI edizione, la giuria aumenta da 200 a 300 lettori. Il bando è aperto: chi desidera dare la propria disponibilità può farlo compilando il modulo sul sito internet www.friulistoria.it entro il 31 gennaio 2019. L’unica condizione richiesta è quella di non essere storici ‘di professione’. 

Il meccanismo di assegnazione è quello sperimentato nelle edizioni precedenti. La terzina dei finalisti verrà selezionata dalla giuria scientifica, presieduta da Tommaso Piffer e composta dagli storici Elena Aga Rossi, Roberto Chiarini, Ernesto Galli della Loggia, Paolo Pezzino, Silvio Pons e Andrea Zannini. I lettori riceveranno i volumi entro fine maggio, e avranno tempo fino a fine agosto per leggere i tre libri e votare il vincitore. La premiazione avverrà a Udine in ottobre. 

L’aumento della giuria a 300 lettori è il punto di arrivo di un percorso iniziato nel 2014. Nella prima e seconda edizione - vinte rispettivamente dai volumi "L'interesse superiore" di Lucia Ceci e "I sei giorni che sconvolsero il mondo" di Leonardo Campus - erano infatti 100 i lettori coinvolti. Nel 2016, il raddoppio a 200 lettori (che quell'anno scelgono "I nemici della Repubblica" di Vladimiro Satta e nell'edizione seguente il volume "La campagna di Russia 1941-1943" di Maria Teresa Giusti); nel 2018 poi lo sbarco all’estero, con l'ingresso in giuria di studenti d'italiano di università e istituti scolastici in Inghilterra, Slovenia e Croazia (i quali assegnano la vittoria a "Il capo", di Marco Mondini). Nel 2019 ecco il passaggio a 300 lettori, per far scoprire a un numero di persone sempre maggiore come la storia non sia necessariamente una disciplina per soli "iniziati", ma possa unire chiarezza e rigore, leggibilità e scientificità. 

Tags

Condividi questo articolo